Publiworkserviceweb Web Agency Logo

Publiworkserciceweb sarà lieta di rispondere a qualsiasi vostra richiesta di contatto

Via Giovan Domenico Nardo, 66 - Roma
+39(06) 71.35.00.72
nfo@publiworkservice.it

Storytelling

Perché una storia? perché raccontare?
Per il suo potere di diventare virale e promuoversi autonomamente: attraverso lo storytelling raccontiamo noi stessi, la nostra voglia di esserci, di vivere la realtà, non solo il nostro prodotto, non solo grafici, statistiche, logiche di mercato, raccontiamo invece la nostra forza, i nostri obbiettivi, la nostra originalità e trasparenza. In un mondo sempre più omogeneo il potersi esprimere in maniera non banale, coinvolgendo i nostri interlocutori su un piano emozionale e non razionale li indurrà a memorizzare il nostro messaggio, a non dimenticarlo, a condividerlo creando quindi una relazione positiva tra la nostra immagine e la storia che stiamo raccontando.
Quindi, cambiare i vecchi processi comunicativi per farli diventare universi narrativi che riescano a coinvolgere il pubblico e lo aiutino a comprendere e interpretare il nostro universo aziendale è lo scopo e il potere del Marketing narrativo, suscitare interesse e attenzione, empatia, per fare in modo che nei nostri clienti si crei un’associazione irreversibile che li identifica con il nostro brand.
Tramite una storia possiamo esprimere, creare e correggere la nostra identità, condividere momenti ed esperienze, creare legami quindi possiamo creare un valore intrinseco e relativo ai nostri valori, alla nostra mission, al nostro approccio al contesto sociale.
Quindi che cosa fa una storia grande?
Comprensione e ascolto capire il percorso emozionale dell’utente nella sua esperienza con il nostro marchio. Capire i miti che fondano la relazione con il nostro brand, i punti di forza e i punti deboli di questo rapporto, insieme ad una ricerca della creatività e della conoscenza porteranno alla realizzazione di una storia se non perfetta non ovvia e coinvolgente per lo spettatore.

Sei disposto a sognare?

“Se si sogna da soli, è un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia. ”